Incentivi per le certificazioni ambientali ISO 14001 e EMAS della PMI

 

sicura1

INCENTIVI PER LE CERTIFICAZIONI AMBIENTALI DELLE PMI

Decreto SVS/03/2230

Corso ISO 14001 on line

Beneficiari
Sono ammesse alle richieste di contributo le piccole e medie imprese produttrici di beni e/o servizi
attive sull’intero territorio nazionale a condizione che siano regolarmente costituite ed iscritte alla
relativa camera di commercio, industria e artigianato alla data di pubblicazione del presente bando
(05/11/2003) e che svolgano la loro attività nei settori di cui alle sotto elencate sezioni (riferimento
codici ATECO 91):
C – Estrazione di minerali;
D – Attività manifatturiere;
E – Produzione e distribuzione di energia elettrica, gas e acqua;
F – Costruzioni;
H 55.1 – Alberghi;
O 90 – Smaltimento dei rifiuti solidi, delle acque di scarico e simili.

Tipologie di intervento ammissibili
I contributi sono finalizzati a favorire l’acquisizione di servizi reali da parte delle PMI per:
1) la verifica e la registrazione dell’Organizzazione ai sensi del Regolamento 761/2001/CE (EMAS)(1);
2) la certificazione del Sistema di gestione ambientale ai sensi della norma internazionale UNI EN ISO 14001;
3) la verifica e la registrazione EMAS di organizzazioni già certificate ai sensi della norma internazionale UNI EN ISO 14001/96.
Il contributo verrà concesso alle imprese che ottengano la registrazione ai sensi del Regolamento
761/2001/CE o la certificazione ai sensi della norma internazionale UNI EN ISO 14001/96.

Spese ammissibili
Sono ammissibili al contributo i costi di seguito elencati, a condizione che i costi e le prestazioni
risultino da specifici contratti sottoscritti tra le parti:
a) per consulenza qualificata finalizzata alla definizione/progettazione del Sistema di gestione
ambientale;
b) per l’ente di verifica e/o di certificazione;
c) per la realizzazione delle indagini finalizzate all’analisi ambientale iniziale (a titolo di esempio:
analisi delle emissioni, analisi degli scarichi, carotaggi, analisi fonometriche).

Agevolazione prevista e massimali
Le agevolazioni concedibili, corrisposte nella forma di contributo in conto capitale, sono scaglionate
in funzione sia della dimensione d’impresa, sia della tipologia di investimento:

Per le piccole imprese:
per la tipologia di intervento 1): contributo pari all’80% della spesa ritenuta ammissibile, con un
massimo di 15.000 euro;
per la tipologia di intervento 2): contributo pari al 40% della spesa ritenuta ammissibile, con un
massimo di 7.500 euro;
per la tipologia di intervento 3): contributo pari all’80% della spesa ritenuta ammissibile per
l’ottenimento della registrazione EMAS, con un massimo di 7.500 euro.

Per le medie imprese:
per la tipologia di intervento 1): contributo pari al 75% della spesa ritenuta ammissibile, con un
massimo di 30.000 euro;
per la tipologia di intervento 2): contributo pari al 40% della spesa ritenuta ammissibile, con un
massimo di 16.000 euro;
per la tipologia di intervento 3): contributo pari al 75% della spesa ritenuta ammissibile, con un
massimo di 7.500 euro.

Termini e modalità di presentazione
Bando a sportello fino ad esaurimento delle risorse.