Certificazione Carbon Footprint ISO 14067:2018: il nostro metodo di lavoro per ottenerla

La nostra metodologia prevede la preparazione di una documentazione snella che deve aiutare l’azienda a migliorarsi.
L’applicazione della norma deve essere un vantaggio per l’azienda, non un aggravio burocratico e procedurale.
Ecco perché sceglierci come partner per raggiungere la certificazione:
1) La documentazione necessaria viene elaborata da noi (procedure, manuale qualità etc.) ed è personalizzata per l’azienda. La finalità è quella di sollevare l’azienda dal carico di lavoro che questi documenti comportano.
2) Assicuriamo una reale presenza in azienda per tutte le attività necessarie al raggiungimento della certificazione. Effettuiamo un numero di incontri in azienda in base alle complessità dei processi e delle problematiche aziendali.
3) Siamo presenti durante le verifiche ispettive dell’ente di certificazione per supportare l’azienda a fronte di richieste dell’auditor.
4) I nostri consulenti sono tecnici alimentari che hanno lavorato nel settore e sono anche auditor certificati.
5) Siamo una società con certificazione di qualità UNI EN ISO 9001:2015.
6) Siamo una società strutturata: all’interno della nostra organizzazione abbiamo varie figure specializzate nei vari ambiti di sviluppo dell’Azienda.

Quanto tempo è necessario per completare la certificazione Carbon Footprint ISO14067 e quanto costa

Per poter ottenere la certificazione ISO 14067 affianchiamo all’azienda richiedente un nostro consulente esperto della norma, che mediante una serie di incontri riesce a definire tutte le procedure e la modulistica necessarie per poter essere preparati alla verifica da parte dell’ente di certificazione e ottenere la certificazione ISO 14067. I tempi necessari al raggiungimento della certificazione dipendono dalla complessità dei processi aziendali e dalla reattività dell’azienda.
Una volta all’anno poi l’ente di certificazione effettuerà audit di mantenimento per poter rinnovare annualmente la certificazione.
Richiedeteci un preventivo per l’ottenimento della certificazione carbon footprint ISO 14067.

Che cosa si intende per Carbon Footprint?

La Carbon Footprint, in italiano “impronta di carbonio”, è una misura che esprime la quantità di gas ad effetto serra associate direttamente o indirettamente a un prodotto, a un servizio o a una Organizzazione.

Come si calcola la Carbon Footprint?

Bisogna calcolare la quantità di gas serra che una determinata attività produce e la durata nel tempo di produzione. Moltiplicando la quantità di gas serra emessi in un determinato intervallo di tempo per il tempo di produzione, si ottiene la cosiddetta impronta di carbonio.

certificazione carbon footprint iso 14067 corso carbon footprint iso 14064 Quanto costa un chilo di CO2? Come calcolare la produzione di CO2? Quanto costano i crediti di carbonio? Come ottenere carbon credit? Quanta CO2 produce 1 kg di carbone? Quanto vale la CO2? Brescia Mantova Cremona Bergamo Verona Milano Piacenza Parma Lodi Crema Varese

Chi ha inventato il concetto di Carbon Footprint?

L’impronta di carbonio deriva dal più ampio concetto di impronta ecologica introdotto dall’ecologista William Rees della University of British Columbia insieme a un suo studente, lo svizzero Mathis Wackernagel nel loro libro “Our Ecological Footprint: Reducing Human Impact on the Earth”, pubblicato nel 1996.

Dove opera il nostro consulente Carbon Footprint ISO 14067

Mettiamo a disposizione delle aziende la professionalità dei nostri consulenti ISO 14067 a Brescia, Mantova, Milano, Verona, Bergamo, Torino, Lodi, Crema, Cremona, Piacenza, Parma e nel resto del territorio nazionale.

Carbon Footprint Brescia

Carbon Footprint Milano

L’impronta di carbonio a Brescia: Sfide e opportunità per un futuro sostenibile

Introduzione:

L’impronta di carbonio (Carbon Footprint) è un indicatore chiave per la valutazione dell’impatto ambientale di un individuo, un’azienda o una città. Misura la quantità di gas serra, principalmente anidride carbonica (CO2), emessa nell’atmosfera a causa delle attività umane. A Brescia, come in molte città italiane, la carbon footprint è ancora troppo alta, con un valore pro capite di circa 7 tonnellate di CO2 all’anno.

Le sfide:

Diversi fattori contribuiscono all’elevata impronta di carbonio di Brescia:

  • Trasporti: Il sistema di trasporto urbano, basato principalmente sull’auto privata, rappresenta una delle fonti di emissione di CO2 più significative.
  • Industria: La presenza di diverse zone industriali, soprattutto nel settore metalmeccanico e siderurgico, genera un’alta emissione di gas serra.
  • Riscaldamento domestico: L’utilizzo di combustibili fossili per il riscaldamento degli edifici rappresenta un’altra fonte importante di emissioni.
  • Agricoltura: Le pratiche agricole intensive, con l’utilizzo di fertilizzanti chimici e macchinari agricoli, contribuiscono all’emissione di gas serra.

Le opportunità:

Nonostante le sfide, Brescia ha diverse opportunità per ridurre la sua impronta di carbonio:

  • Investire nella mobilità sostenibile: Promuovere l’utilizzo di mezzi di trasporto pubblici, biciclette e car sharing, incentivando la mobilità elettrica.
  • Efficienza energetica: Migliorare l’efficienza energetica degli edifici, sia pubblici che privati, attraverso interventi di riqualificazione energetica e l’utilizzo di fonti rinnovabili.
  • Sviluppo di energie rinnovabili: Investire nella produzione di energia da fonti rinnovabili come il solare, l’eolico e il geotermico.
  • Economia circolare: Promuovere modelli di economia circolare che riducono i rifiuti e l’utilizzo di risorse primarie.
  • Sensibilizzazione e formazione: Educare i cittadini e le imprese sull’importanza di ridurre l’impronta di carbonio e sulle buone pratiche da adottare.

Conclusioni:

Ridurre l’impronta di carbonio a Brescia è una sfida ambiziosa ma necessaria per costruire un futuro più sostenibile per la città e per le generazioni future. Il raggiungimento di questo obiettivo richiede un impegno collettivo da parte di cittadini, imprese, istituzioni e mondo della ricerca.